Articoli

Scuola Primaria di Rocchetta Tanaro "P.Lugano"

Scuola Primaria di Rocchetta Tanaro

via Sardi, 29  Rocchetta Tanaro (AT)
tel. 0141.644142

Attività scolastiche
La nostra scuola funziona dal lunedì al venerdì nei seguenti orari:
lunedì, mercoledì, giovedì venerdì 8:00 - 12:45
martedì 8:00 - 16,45
Sono attualmente in funzione
- Pre-scuola dalle ore 7:45 solo per documentati motivi
- Servizio mensa interno alla scuola
- Servizio di trasporto scuolabus da e per Cerro Tanaro e frazioni di Rocchetta Tanaro
Caratteristiche della scuola
- Ampio cortile
- Laboratorio di informatica
- Biblioteca d'Istituto ("A. Chiappino) / laboratorio di lettura
- Palestra (ubicata nella scuola secondaria di primo grado)
Progetti
  • “Un’avventura che continua” coinvolge la sezione dell’ultimo anno della Scuola dell’Infanzia e la classe prima della Scuola Primaria. Consiste in attività di lettura animata e/o di conoscenza di se stessi e della propria realtà.
  • “Il pometo della memoria” consiste in un’attività pluriennale continuativa di cura di un meleto (sito nel cuore del Parco Naturale di Rocchetta Tanaro) di varietà autoctone astigiane, da parte dei bambini di classe III, in collaborazione con l'Ente Parchi e la cooperativa C.S.A. Cogli la prima mela e .
  • “Facciamo finta che…” propone attività laboratoriali di teatro, condotte in collaborazione con il Professor Bosco, che favoriscano l’espressività e la condivisione tra gli alunni appartenenti ad un unico gruppo di lavoro.
  • “Multiapprendere” sperimenta un percorso di apprendimento (lingua italiana/logico-matematica /educazioni), centrato sull’utilizzo delle nuove tecnologie (computer e L.I.M.) a supporto delle tradizionali lezioni frontali.
Punti forza della scuola
La nostra scuola si prefigge il benessere dei bambini con se stessi, i loro compagni e l’ambiente che li circonda. A tal proposito, si rivelano importanti gli scambi con gli ordini di scuola precedenti e successivi, le attività laboratoriali inerenti la consapevolezza delle regole di convivenza, volte all’accettazione, alla non prevaricazione, al confronto e al dialogo per l’ampliamento delle proprie vedute, le uscite sul territorio e l’attenzione alla salvaguardia dello stesso come preziosa risorsa presente e futura.