Programma Unplugged

Dopo aver seguito un corso di formazione specifica all'inizio dell'anno scolastico 2014/2015, condotto da medici e personale del SERT, le professoresse Michela Cancellieri e Silvia Brondolo nella II B e la professoressa Anna Ferrero nella II A hanno intrapreso con gli allievi il progetto UNPLUGGED, un programma di prevenzione scolastica dell'uso delle sostanze, basato sul modello dell'influenza sociale e delle life skills (che possiamo tradurre come "abilità utili per affrontare la vita"), rivolto ad adolescenti di età compresa tra i 12 e i 14 anni ed elaborato da esperti di sette Paesi europei.
Gli obiettivi perseguiti tramite UNPLUGGED (letteralmente, senza spina: il nome allude al fatto di vivere le proprie emozioni e di sapersi divertire individualmente e in compagnia senza "l'amplificazione" dovuta a sostanze stupefacenti) sono i seguenti:

modificare gli atteggiamenti nei confronti dell'uso delle sostanze;

rafforzare le abilità necessarie per affrontare la vita quotidiana;

sviluppare negli adolescenti le competenze e le risorse di cui hanno bisogno per resistere alla pressione dei pari e alle influenze sociali;

fornire informazioni e conoscenze corrette sulle sostanze e sui loro effetti sulla salute.

L'efficacia di UNPLUGGED è stata dimostrata attraverso uno studio condotto tra il 2004 e il 2006. A tre mesi dalla fine del programma, gli alunni avevano il 30% in meno di probabilità di fumare sigarette quotidianamente e di bere fino al punto di ubriacarsi e il 23 % in meno di probabilità di fare uso di cannabis nell'ultimo mese, rispetto agli studenti che non avevano seguito il programma.

Gli studenti, nel complesso, hanno accolto con entusiasmo la sperimentazione condotta in classe e hanno con interesse crescente collaborato fattivamente alla buona riuscita delle sei unità iniziali.

Le docenti e i ragazzi porteranno a termine il programma nell'anno scolastico 2015-2016.

Si prevede la continuazione di UNPLUGGED con altre classi nei prossimi anni.

  A. F.