I RAGAZZI DELLA SCUOLA MEDIA DI REFRANCORE PER QUATTRO GIORNI SULLA NEVE NEL PARCO DEL GRAN PARADISO

Sembra il villaggio delle fiabe o dei cartoni animati di Heidi: le montagne coperte di neve, la chiesetta, il campanile, le case in legno e pietra, la bottega, i camosci…. Il tutto avvolto in un’atmosfera di grande armonia, silenzio, relax… con la sensazione che il mondo sia tanto tanto lontano. Eppure non è stato esattamente all’insegna del riposo fisico il programma proposto ai settanta eroi partiti da Refrancore per un soggiorno di quattro giorni a Rhêmes-Notre-Dame. A parte le vittime dell’influenza (cadute prima della partenza o sul campo di battaglia), il gruppo ha partecipato stoicamente a tutte le attività previste dal programma messo a punto dai professori: dagli sci, alle ciaspole, ai gommoni, agli slittini dello snow park,… ogni angolo di questa affascinante località è stato esplorato, attraversato, vissuto. Breuil, Chanavey, Pellaud, Thumel…. in tutte le frazioni di Rhêmes risuonano i passi e le voci dei nostri eroi refrancoresi. Nelle brevissime pause concesse, agli insegnamenti trasmessi dai sapienti maestri di sci si sono alternati le interessanti nozioni di “survival”, i deliziosi saggi di cucina valdostana, le serate scandite da conversazioni, barzellette (e che barzellette!), tornei di carte, di calcetto, da sedute in sala tv, da saggi canori a suon di chitarra…e dal meritato riposo nelle proprie stanze, tutte silenziose, contro ogni aspettativa. Stanchi, ma felici, sia i ragazzi che lo staff dei prof, perché la fatica, quella sana, fa bene al corpo e all’animo, alleggerisce i pensieri, supera le barriere, avvicina, crea complicità, sintonia, consolida le amicizie, e, perché no?, fa nascere amori. Fu vera gloria? Ai posteri l’ardua sentenza!