Triangoli rossi

Giovedì 21 gennaio, in occasione dell'imminente Giornata della memoria, tutti i ragazzi della Scuola Secondaria di I grado hanno potuto assistere, anche grazie alla collaborazione del Sindaco che ha messo a disposizione il Salone Alfieri, allo spettacolo del Teatro degli Acerbi "Triangoli rossi". Come è risaputo, i nazisti classificavano gli internati dei campi di concentramento attraverso triangoli di stoffa cuciti sui vestiti, di diverso colore. I triangoli rossi contraddistinguevano i deportati politici.

"In scena vediamo comparire il nipote di un “Triangolo rosso” che, come ogni autunno, torna sulla collina su cui il nonno gli ha raccontato la sua storia, il suo calvario nel Lager Nazista. La storia del nonno prende vita da un diario che il nipote legge mentre guarda la valle piena di nebbia e di ricordi. Ricordi che emergono dalle parole di un altro reduce del Lager: un amico, forse un conoscente del nonno che dà voce e corpo a quelle parole scritte sul diario. Le parole diventano immagini che emergono dai panni stesi al vento e che fanno da scenografia dello spettacolo". (trama pubblicata sul sito della compagnia)

I due attori, Dario Cirelli e Massimo Barbero, hanno saputo catalizzare l'attenzione degli studenti e suscitare, al termine della performance teatrale, molti interrogativi e domande, che sono poi continuati nei giorni successivi in classe.



A. F.