Festa della Scienza

Sabato 20 maggio, a Refrancore, si è svolta la Festa della Scienza.

La nostra scuola ha partecipato con tre classi, le due seconde e la I A. I nostri allievi, sotto la supervisione dei docenti Maria Grazia Ferraro, Alessandra Tabusso, Alberto Do e Marco Scassa, si sono impegnati moltissimo, sia nella fase preparatoria nelle settimane precedenti, sia durante l’intera mattinata.

Quest’anno, i temi conduttori erano il suono e le cellule e le muffe.

Nella prima aula a noi dedicata, sono stati disposti gli strumenti per gli esperimenti legati alla trasmissione del suono: telefono con fili, trasmissione delle onde sonore nell’acqua e nel metallo, eidophone, risonanza con due diapason e trasmissione della vibrazione dal diapason alla pallina da ping pong.

Fungeva da preziosa scenografia una raccolta di apparecchi audio portati dai ragazzi e dai docenti (magnetofono, grammofono, radio risalenti a diverse epoche, lettore Mp3, dischi in vinile, etc.) e la riproduzione, realizzato dai ragazzi, di un juke-box.

Nell’altra aula, i ragazzi della prima, con la docente Tabusso, mostravano ai visitatori, tramite il microscopio, le cellule del tessuto delle cipolle, della cui fragranza l’aula era completamente impregnata; in alcuni vetrini, colorati con il blu di metilene, si potevano osservare i nuclei delle cellule.

Ha chiuso la giornata il concerto degli allievi che suonano nella Yamabanda, diretta dal nostro collega Marco Scassa.

Grazie ai colleghi che, con la loro dedizione e il loro impegno, hanno proposto esperimenti interessanti e di grande effetto, sapendo coinvolgere con entusiasmo gli allievi.



(collage di Silvia Brondolo)
A. F.