SMS REFRANCORE - Ecoturismo, laboratorio e teatro ambientale nella Riserva Naturale di Torre Guaceto

Quest’anno la gita “lunga” proposta dalla nostra scuola si è svolta in Puglia, nella riserva naturale di Torre Guaceto dal 2 al 6 maggio. Oltre alla riserva, abbiamo visitato ove abbiamo visitato le città di Brindisi, Lecce e Ostuni e le bellissime masserie.

La torre che dà il nome a Torre Guaceto sorge sul litorale nord, a circa 15 km da Brindisi, nei pressi di un fiume e proprio per via di questa particolarità venne chiamata Guaceto, infatti “Gawsit” in lingua araba significa “sorgente di acqua dolce”, ed il toponimo stesso è testimone della frequentazione saracena di questi lidi.
L’area marina, protetta dal WWF e compresa nel territorio comunale di Carovigno e Brindisi, si estende per una superficie di 1114 ettari, di cui 864 ettari (pari al 77%) sono occupati da coltivazioni agrarie. Qui gli ulivi secolari, scendendo verso il mare, lasciano il posto alla macchia mediterranea, alle zone umide, alle alte dune di sabbia punteggiate da gigli bianchi e, all'improvviso, alle tante calette turchesi.

Da ringraziare la cooperativa Thalassia, nata nel 2001 nell'ambito della positiva esperienza della Riserva di Torre Guaceto e soprattutto Pietro e Giuditta che hanno saputo incantare i ragazzi con i loro racconti e hanno trasmesso, con carisma, l'entusiasmo per il loro lavoro e per quel pezzo di paradiso! Abbiamo trascorso bellissime giornate a contatto con una natura che, grazie a loro, abbiamo scoperto essere per certi versi misteriosa, stupefacente, affascinante e che essendo a noi tanto vicina spesso, sbagliando, consideriamo cosa nota, acquisita, scontata.

Grazie anche a Luigi D’Elia (Brindisi, 1976), artista ed educatore ambientale, ideatore degli “eventi ambientali” della Riserva di Torre Guaceto e di numerosi eventi ambientali organizzati in diverse località della Puglia, dalle Isole Tremiti nel Gargano a Porto Cesareo nel Salento. Al tramonto, proprio in riva al mare, Luigi ci ha raccontato una bellissima favola intitolata “Aspettando il vento”. La storia di un bambino di nome Arturo e di un paese di nome Serranova, che Arturo abita per via del mestiere di suo padre, ferroviere che di tanto in tanto cambia stazione e la famiglia via, al seguito. A Serranova, c’è anche Caterina, ragazzina che non sta mai zitta, che vuole fare l’ornitologa e che sa tutto su qualsiasi specie di uccello…

Ricche di risate anche le serate trascorse al Meditur Village, situato a contatto con la natura ed in riva al mare, solo a circa 600 metri dall'Oasi Naturale di Torre Guaceto, e a 16 km da Ostuni. I suoi servizi, la competenza e la cordialità del personale hanno garantito un soggiorno indimenticabile.
Al Centro Visite della riserva di Torre Guaceto “Al Gawsit” , abbiamo
attraversato virtualmente gli ambienti del parco e conosciuto i segreti più affascinanti da quelli nascosti nel canneto fino ai colori e alle creature dei fondali nella sala degli acquari. Un percorso museale nello spazio e nel tempo, dall’archeologia del parco ai fondali incontaminati.

Il nostro caro Prof. Spagnuolo, ci ha regalato un bellissimo video fatto con le fotografie più emozionanti della gita.

Si può vedere al seguente link: https://youtu.be/lMCD49uVoBE

Buona visione a tutti!!!