Scuola Primaria di Portacomaro

Io ti ascolto … tu mi ascolti

Interessante progetto sulla disabilità proposto alla classe quinta di Portacomaro

Il 25 ottobre e l’8 novembre sono state due giornate un po’ diverse dal solito per la classe quinta, grazie all’incontro con due persone molto speciali: Sara e Luca.
Tutto è nato da un progetto in collaborazione con il comune di Asti sulla disabilità dal titolo: Io ti ascolto…tu mi ascolti.

Leggi tutto: Io ti ascolto … tu mi ascolti

Scacchi

... per gli alunni di III° - IV° - V°

Cit: Nei miei 23 anni d'esperienza con gli scacchi ho scoperto

che gli allievi che imparano a scuola questo gioco riescono

meglio nei loro studi.

Gli scacchi aiutano i bambini a migliorare in matematica,

fisica e nel compimento delle loro ricerche.

Essi aiutano anche i giovani a sviluppare

il buon senso e la concentrazione, a pianificare la loro vita ed

a seguire le leggi, dando altresì loro confidenza in altre aree

di abilità per tutta la vita.
  
(Orrin Hudson)

Premio d'Appello Junior

Anche quest'anno, gli alunni di classe V° sono stati coinvolti nella lettura e nella

valutazione dei tre libri (premiati dal Premio Andersen e dalla rivista Liber) proposti dalla

Biblioteca astense diventando giurati del premio e giudici «d’appello» rispetto alle

valutazioni date dai critici.

Al Teatro Alfieri durante la votazione finale, come

premio - per tutti - lo spettacolo “Matilda”. 





Festa della scienza

    La festa della scienza ha visto quest'anno il coinvolgimento di tutte le

    classi, non solo nella componente ragazzi, ma anche dei genitori.

    Gli alunni hanno riprodotto immagini e condotto ricerche sugli animali

presenti nel laboratorio scientifico-ambientale

di Portacomaro, per poi assumere le vesti di esperti

durante la visita alla mostra allestita a Refrancore.

I genitori sono stati protagonisti in quattro settori:

la preparazione di biscotti, l'allevamento dell'aper regina, l'equitazione e il movimento 






































Tutti al mare! - Soggiorno didattico

Aprile 2017

    Finalmente abbiamo ripreso, sia pure per tre giorni,

   la "tradizione" del soggiorno ambientale:

   Toirano, Loano e  Albenga

   




























Come abbiamo sempre sostenuto, l'esperienza ha fornito

l'occasione per rinforzare l'autonomia, costruire e

consolidare relazioni oltre che creare spunti e agganci al

lavoro didattico in classe.



























Raccontami una storia

Laboratorio pomeridiano extrascolastico

           ... per aumentare il piacere alla lettura 
 
                                    ... per ascoltare   

           ... per stare insieme 
  

                          ... per pensare, riflettere

  ... per immaginare                                                                           ... per imparare 



For Fun 3

Progetto per il potenziamento linguistico di lingua inglese

Aperto agli alunni delle classi quinte e svolto in orario extrascolastico pomeridiano.

L’intento è stato quello di integrare il programma curricolare con un training specifico di attività che, ripetendosi nella struttura

ma variando nei contenuti, ha rinforzato la preparazione degli studenti circa la lingua inglese.

Si sono svolti esercizi di ascolto e comprensione di brevi dialoghi, lettura di domande riferite ad una specifica immagine, scrittura

strutturata e attività di conversazione partendo da immagini date come stimolo.

Sport in classe - Progetto CONI

Verso il mese di febbraio, incaricato dal CONI, è arrivato un esperto di

motoria.

Matteo Risso,

corporatura minuta e

sorriso facile, è  
riuscito

a condurre 
con polso

fermo e mano leggera i

bambini su un percorso motorio e propedeutico ai vari sport

dimostrandosi un supporto importante all'attività didattica. 

L'ultimo giorno di scuola le attività si sono chiuse con una serie di "stazioni" di gioco contemporanee organizzate e

divertenti.






























Psicomotricità

Progetto consolidato, inserito da molti anni nel percorso di continuità con la

scuola dell’infanzia.

  Una successione precisa di momenti ha scandito gli incontri:

  * momento iniziale: tutti insieme per

comunicare i propri vissuti ed entrare in relazione

con le 
esperienze personali dei compagni

  * momento del gioco con cuscinoni, teli, palle morbide:

inizialmente con la psicomotricista per imparare l'importanza del "giocare senza far

male agli altri"
e poi 
con i compagni, per migliorare lo sviluppo personale, di gruppo

e la 
capacità di regolazione delle emozioni

        * momento del riposo: piacevole, per imparare ad ascoltare il proprio corpo, il

respiro ed il battito del cuore

        * momento finale: per esprimere,

anche tramite il disegno, i propri sentimenti








Cantascuola - Terzo anno

Anno finale del progetto triennale

Sono state coinvolte le classi 2^ - 3^ - 4^ - 5 ^ per un totale di 88 bambini. 

Gli alunni hanno seguito con interesse le lezioni

dell’insegnante Letizia Giusti che li ha condotti

alla scoperta di ritmi, giochi musicali, filastrocche, canti in diverse lingue e

semplici 
danze con ritmo di mani e piedi.

Li ha guidati all’esercizio dell’ascolto di brani musicali, alla giusta

intonazione di canti e all’esecuzione di canoni a 2 e 3 voci.


  Il corso ha visto anche la conoscenza di canti di tutto il mondo:

  Corea, Australia, Cuba, Africa, Caraibi, Russia, Israele, Sud – Africa,

  Inghilterra, U.S.A., Ungheria e Giamaica.





  Il percorso attuato è

sfociato - in

collaborazione con la

Banda della Scuola secondaria - in un GRANDE CONCERTO FINALE 

                          di canti e musiche .

 


Strefowa: il cibo incontra le scuole per non sprecare il mio futuro

Maggio 2017

Progetto finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea e realizzato gratuitamente nelle scuole del

nostro territorio attraverso l’Agenzia LAMORO di Asti.

Il progetto è stato condotto da due esperte dell'agenzia ed i ragazzi sono stati coinvolti in attività finalizzate a sperimentare azioni

per contenere il dispendio alimentare e sono stati sensibilizzarli all'adozione di comportamenti volti a ridurre lo spreco

del cibo non consumato.

Le attività sono state adattate in base all'età dei ragazzi: nelle classi prima e seconda si è

partiti dal racconto di una storia, nelle classi terza e quinta si è sperimentato il riciclaggio del cibo avanzato, mentre in classe

quarta si è riflettuto sui principi espressi nella "Carta di Milano dei bambini" presentata all'Expo 2015.





Don Pasquale


Tutti all'opera con il progetto Diderot - Ascoltar cantando    

Marzo 2017     




Torino - Fondazione Teatro Nuovo - circa 60 minuti di spettacolo

pensato per entusiasmare tutti attraverso un mix di danza, 

canto, recitazione e momenti di interazione tra i nostri

“piccoli” spettatori e gli artisti sul palco

attraverso 
cori, sequenze ritmiche e scene che prevedono l'uso di disegni e oggetti realizzati dai

bambini a scuola. 





Quest’anno è stato messo in scena il

“Don Pasquale” di Gaetano Donizetti
 









Cantascuola - secondo anno

Anche quest'anno, sotto la guida dell’insegnante di canto corale Letizia Giusti, gli alunni hanno seguito

un percorso strutturato di educazione musicale che ha permesso loro di affinare le capacità di ascolto,

di migliorare l’estensione vocale, di destreggiarsi tra ritmi diversi e giochi musicali.

I bambini hanno imparato ad intonare le diverse note

musicali con attenzione alle pause ed alle durate

utilizzando un corretto uso della respirazione.












Ma - soprattutto - hanno capito che collaborare e "sentire

l'altro" è il segreto per una buona riuscita del brano

musicale (e non solo...)

Il percorso attuato è sfociato in uno spettacolo natalizio

ed un grande concerto dedicato alla Festa della

Repubblica che si è svolto in collaborazione con la Banda di

Portacomaro.


Lo zingaro barone

Tutti all’opera con il Progetto Diderot - Ascoltar cantando

aprile 2016

Il 19 aprile 2016 tutti gli alunni della Scuola Primaria hanno assistito alla rappresentazione dell'operetta di J. Strauss,

"Lo zingaro barone", presso il Teatro Nuovo di Torino, grazie al Progetto Diderot.

Come nelle precedenti edizioni il Teatro Nuovo di Torino ha proposto agli alunni un genere per loro insolito, adattando trama e linguaggio alla sensibilità ai piccoli spettatori.

Musiche in diretta dell’orchestra, atmosfera colorata, costumi intriganti, trovate sceniche divertenti